I Cotton Fioc

Ormai non è più un mistero che i cotton fioc sono in realtà un nemico temuto per la salute delle nostre orecchie, e nonostante siano sempre di più le informazioni che ci vengono riportate sui rischi di un loro frequente utilizzo, la realtà è che per molti rappresentano una vera e propria dipendenza. Se poi volessimo essere anche pignoli, i cotton fioc non nascono per pulire le orecchie, ma sono stati inventati da uno statunitense di origini polacche, Leo Gerstenzang nel 1923 quando, dopo aver osservato la moglie fissare un ciuffo di cotone su uno stuzzicadenti per applicare più facilmente alcuni prodotti sulla pelle del figlio, decise di inventali per rendere questa procedura più semplice. Ma perché sono così dannosi per la nostra salute?


I principali danni causati dall’uso dei cotton fioc


Come dicevamo, per molti i cotton fioc rappresentano una vera e propria dipendenza, e questo è spiegato logicamente dal fatto che all’interno dell’orecchio ci sono moltissime terminazioni nervose in grado di inviare segnali ad altre parti del corpo, e che quando vengono sollecitate, innescano una sensazione piacevole che da assuefazione. Tuttavia i danni all’udito che possono insorgere a causa di un uso scorretto e prolungato sono molti, i più comuni:la perforazione del timpano, senso di vertigini e tappi di cerume. L’orecchio è in realtà un organo assolutamente autopulente; grazie alla presenza di piccole ciglia all’interno del condotto uditivo infatti, sia il cerume che la pelle morta vengono piano piano spostate verso l’esterno. Ricordiamo inoltre che il cerume è una sostanza naturale prodotta dal nostro corpo proprio per proteggere il condotto da eventuali batteri, e quindi più che un nemico è un valido alleato della nostra salute. Utilizzando i cotton fioc, non facciamo altro che spingere nel condotto il cerume ed eventuali batteri causando infezioni, o ancora peggio, lesionando il timpano.


La procedura corretta per pulire l’orecchio


Prima di tutto dobbiamo specificare che molti medici continuano a sconsigliare i cotton fioc e al massimo concedono di utilizzarli solo nel padiglione esterno dell’orecchio. Questo consiglio purtroppo non viene seguito dalla maggior parte delle persone che ignorano come in realtà la pulizia dell’orecchio sia un processo estremamente naturale e facile. In realtà per garantire una corretta e quotidiana pulizia dell’orecchio, è sufficiente il lavaggio esterno di quest’ultimo con acqua e sapone, da fare facilmente sotto la doccia per poi asciugarlo con un asciugamano di cotone aspettando che la pulizia interna avvenga spontaneamente secondo natura. Altro aspetto non meno importante è l’inquinamento; in un momento particolare come questo infatti, in cui il nostro pianeta è in estrema difficoltà, l’utilizzo quotidiano di milioni di persone dei cotton fioc non fa che incrementare il danno ecologico ormai preponderante. Fare a meno dei bastoncini ovattati quindi è un bene per la nostra salute e per quella della terra. Ormai da decenni il nostro Centro Acustico AudioClinic, presente in Sardegna con più sedi e specializzata in problemi dell’udito e protesi acustiche, è a disposizione per qualunque chiarimento inerente la corretta pulizia dell’orecchio, anche e soprattutto per coloro che portano apparecchi acustici. Presso i nostri centri potrete trovare uno staff altamente qualificato ed esperto a 360° sulla salute dell’apparato uditivo ed in grado di consigliarvi soluzioni e procedure risolutive per qualunque vostro problema. Visitate il nostro sito www.audioclinicapparecchiacustici.com per trovare la sede più vicina a voi e non esitate a contattarci per maggiori informazioni al numero 0789 50829 o inviandoci un’email all’indirizzo audioclinicot@gmail.com.
Le nostre sedi sono:
Olbia: Via dei Pasti 6 07026 Olbia OT
Tempio Pausania:Via Settembrini, 6 c/o La Sanitaria Vannini
Arzachena: c/o Soluzioni 360°, Viale Costa Smeralda 28/C
La Maddalena:Via Maggior Leggero, 56.