Le infezioni all’orecchio

L’orecchio e in generale l’apparato uditivo, proprio per la loro conformazione, sono soggetti ad alcune infezioni, spesso anche molto debilitanti, che devono essere subito curate per evitare di incorrere in problemi più gravi. Le principali infezioni che colpiscono l’orecchio sono l’otite esterna e l’otite media, vediamo nel dettaglio di cosa si tratta e quali sono i sintomi e le procedure da adottare.


Otite. Tipologie e sintomi


L’otite esterna, detta anche otite del nuotatore, colpisce il condotto uditivo che si estende dal padiglione auricolare al timpano. Una delle principali cause di questa infezione è la presenza di acqua nel condotto che non riesce ad uscire a causa della presenza del cerume, creando così un ambiente predisposto allo sviluppo e alla proliferazione di batteri che comportano sintomi quali infiammazione, dolore, rossore, congestione nella zona coinvolta e a volte febbre. L’otite media, frequente anche nei bambini piccoli e nei neonati, è invece un’infezione che colpisce l’orecchio medio quando vi è la presenza di un virus o un batterio. In questo caso le tube all’interno delle orecchie sono occluse da muco e liquido e possono provocare forti dolori spesso accompagnati da febbre alta, difficoltà uditiva, nausea e vomito. Se questo accumulo di liquido non viene curato e ridotto, si può arrivare alla temporanea perdita dell’udito visto che tutto il liquido nell’orecchio impedisce il passaggio delle onde sonore. L’otite media a sua volta può essere di quattro tipi:
  • otite media acuta: si manifesta rapidamente, presenta gonfiore, rossore dietro l’orecchio ed intorno al timpano, provoca inoltre dolore, febbre, e riduzione dell’udito parziale o completa.
  • otite media acuta ricorrente: quando vi è una predisposizione e si presenta piuttosto frequentemente
  • otite media effusiva (OME); insorge a causa della presenza di liquido nell’orecchio medio senza però nessun sintomo di infezione acuta: spesso si presenta quando l’infezione guarisce, ma il muco e il liquido continuano ad accumularsi nell’orecchio medio creando una sensazione di occlusione e riducendo la capacità uditiva.
  • otite media cronica con effusione: quando l’otite si manifesta e si protrae per un periodo superiore ai 3 mesi
Riassumendo quindi, i sintomi più comuni in seguito ad un’infezione del condotto uditivo sono: dolore all’orecchio; pulsazione della zona colpita; febbre; senso di pressione interna, orecchie tappate, pus, difficoltà uditiva, nausee e vomito.


Diagnosi e cura


Non bisogna mai sottovalutare un’infezione all’orecchio, sia esterna che media, né tanto meno ignorarne i sintomi. È necessario al contrario rivolgersi subito ad un otorinolaringoiatra, o ad un pediatra in caso si tratti di bambini molto piccoli, in grado di diagnosticarne la tipologia e prescrivervi la cura più efficace. Ricordiamo infatti che l’otite media è molto frequente anche nei bambini e nei neonati a causa della Tromba di Eustachio che in tenera età è ancora in posizione orizzontale (invece che verticale) e quindi il liquido e il muco non riescono ad uscire da dietro il timpano normalmente causando dolore e pressione. Nel caso di otite esterna sarà necessario effettuare dei lavaggi e assumere gocce antibiotiche o specifiche per la causa; infatti l’otite a volte insorge per la presenza di batteri, altre per l’insorgere di un virus e quindi di conseguenza anche la cura sarà prescritta in base a questo. Anche in caso di otite media sarà necessario che l’otorinolaringoiatra esamini con i giusti strumenti l’interno dell’orecchio per individuare la causa specifica e prescrivere eventuali farmaci da banco oppure antibiotici. Solitamente la fase infiammatoria, se curata, dura circa 2-3 giorni, ma il totale ciclo di guarigione si aggira intorno le 2-4 settimane. Durante il periodo di infiammazione, oltre a consigliarvi di rivolgervi subito ad un medico competente e di seguire la cura farmacologica, ci sono anche dei piccoli accorgimenti da poter seguire, come ad esempio:
  • evitare il fumo attivo e passivo
  • evitare l’uso di cotton fioc
  • evitare di far entrare ulteriore umidità nelle orecchie per placare il dolore provare a utilizzare una fonte di calore localmente.
Come dicevamo, le infezioni dell’apparato uditivo non devono essere mai trascurate per evitare problemi più gravi, quindi la giusta procedura consiste nel contattare immediatamente un medico specialista così da effettuare una visita interna accurata dell’orecchio. Il nostro Centro Acustico AudioClinic, presente in Gallura a Olbia, Tempio Pausania, Arzachena e La Maddalena, offre soluzioni esperte nel settore delle protesi acustiche aiutando tanti clienti a migliorare il proprio udito e di conseguenza la qualità della loro vita. Presso i nostri centri potrete effettuare anche la prova dell’udito e trovare medici specializzati in grado di effettuare diagnosi e visite approfondite. Visitate il nostro sito www.audioclinicapparecchiacustici.com per trovare la sede più vicina a voi e non esitate a contattarci per maggiori informazioni al numero 0789 50829 o inviandoci un’email all’indirizzo audioclinicot@gmail.com.
Le nostre sedi sono:
Olbia: Via dei Pasti 6 07026 Olbia OT
Tempio Pausania: Via Settembrini, 6 c/o La Sanitaria Vannini
Arzachena: c/o Soluzioni 360°, Viale Costa Smeralda 28/C
La Maddalena: Via Maggior Leggero, 56.