Protezione dell’udito

La protezione dell’udito da rumori troppo forti è fondamentale sia nella vita di tutti i giorni che soprattutto sul luogo di lavoro, dove vi è quindi un’esposizione costante e quotidiana che potrebbe intaccare e compromettere sia la salute del nostro apparato uditivo che la capacità di sentire. Fortunatamente questo tema è tutelato dalla legge e trattato nel D.lgs. 81/2008, in cui vengono indicati i doveri del datore di lavoro rispetto alla protezione dell’udito nei confronti dei suoi dipendenti.


Che cos’è il rumore e quali sono i percoli per l’udito


Prima di tutto dobbiamo specificare cosa intendiamo per rumore. Il rumore, così come il suono, è costituito da onde di pressione acustica che si propagano fino ad essere captate dal nostro apparato uditivo e, a seconda di chi le ascolta, possono essere considerate più o meno disturbanti. Nella nostra quotidianità siamo totalmente circondati da rumori, sia naturali che artificiali, che percepiamo ad un’intensità più o meno elevata; il rumore infatti si misura in Decibel (dB) e per quanto la percezione del rumore sia soggettiva per l’essere umano, c’è comunque un range indicato come parametro per aiutarci a comprendere quando si supera il limite e ci si avvicina alla soglia del dolore. Si stima infatti che i suoni compresi tra 120 e 140 dB e oltre siano dolorosi (e pericolosi) per l’ascoltatore e possono portare a danni permanenti del sistema uditivo. L’inquinamento acustico quindi, come dicevamo, dipende da un’eccessiva esposizione a rumori di alta intensità, sia di origine naturale che artificiali, come quelli appunto presenti su alcuni luoghi di lavoro e in particolar modo nelle industrie di trasporti, costruzioni, del legno e molte altre. Gli effetti di un’esposizione al rumore costante comportano problemi non solo all’apparato uditivo, ma anche alla nostra salute psicofisica in generale, quindi le conseguenze variano dalla parziale o totale perdita dell’udito (ipoacusia) che può manifestarsi a diversi livelli e intensità.


DPI di protezione dell’udito sul posto di lavoro


A fronte di quanto detto, e secondo il D.lgs. sulla sicurezza del lavoratore, ci sono oggi dei metodi e degli strumenti preventivi per proteggere l’udito sul posto di lavoro. Prima di tutto il datore di lavoro deve valutare il rischio e provvedere alla diminuzione del rumore; qualora questo non fosse sufficiente, deve fornire la giusta attrezzatura per la salvaguardia della salute dei suoi dipendenti. Tra i DPI di protezione dell’udito sul posto di lavoro, troviamo gli otoprotettori, le cuffie ed i tappi auricolari.
L’otoprotettore è un dispositivo apposito che viene realizzato prendendo l’impronta dell’orecchio mediante un materiale in silicone; ne esistono vari tipi in commercio a seconda del materiale con cui vengono realizzati (resina dura o morbida); inoltre quelli anatomici consentono al soggetto di sentire i rumori di fondo per non essere totalmente isolati dal luogo lavorativo e possono essere scelti anche in base alla frequenza che sono in grado di attenuare.

I tappi antirumore invece creano una barriera tra il timpano ed i rumori esterni; si introducono nella parte esterna dell’orecchio ad una profondità di massimo 15 mm e vengono utilizzati per facilitare il sonno, lo studio o soprattutto per motivi lavorativi e per attenuare i rumori esterni assordanti. Per questo scopo sono perfetti quelli in silicone antibatterico riutilizzabili che si adattano perfettamente all’anatomia dell’orecchio. Bisogna tuttavia prestare molta attenzione ad utilizzarli nel migliore dei modi e secondo le norme igieniche indicate, in quanto potrebbero, se non accuratamente puliti e usati, portare infezioni batteriche.

Le cuffie antirumore, obbligatorie in molte professioni, sono dispositivi che riducono la percezione dei suoni; ne esistono di vari tipi in base alle proprie necessità e hanno lo scopo di proteggere l’udito dei lavoratori, evitando che la percezione acustica possa essere modificata da stimoli sonori troppo intensi.

Se anche voi volete proteggere il vostro udito, effettuare una visita specialistica o trovare una soluzione al vostro problema uditivo, potete rivolgervi al nostro Centro Acustico AudioClinic, presente in Gallura a Olbia, Tempio Pausania, Arzachena e La Maddalena. Offriamo soluzioni esperte nel settore delle protesi acustiche aiutando tanti clienti a migliorare il proprio udito e di conseguenza la qualità della loro vita. Visitate il nostro sito www.audioclinicapparecchiacusti.com per trovare la sede più vicina e visionare tutti i nostri servizi; non esitate a contattarci per maggiori informazioni al numero 0789 50829 o inviandoci un’email all’indirizzo audioclinicot@gmail.com.
Le nostre sedi sono:
Olbia: Via dei Pasti 6 07026 Olbia OT
Tempio Pausania: Via Settembrini, 6 c/o La Sanitaria Vannini
Arzachena: c/o Soluzioni 360°, Viale Costa Smeralda 28/C
La Maddalena: Via Maggior Leggero, 56.