Controllo udito


La perdita dell’udito è un problema che può essere causato da diversi fattori, come ad esempio invecchiamento, esposizione prolungata a forti rumori, somministrazione di farmaci ototossici, fattori ereditari e infezioni nel canale uditivo. Solitamente avviene in modo graduale e progressivo, fatta eccezione a seguito di forti traumi nei quali può essere una conseguenza immediata, e si manifesta con alcuni campanelli d’allarme che non vanno assolutamente sottovalutati.


Quando bisogna ricorrere ad una visita dettagliata


Come dicevamo, la perdita dell’udito è progressiva e, a seconda della causa scatenante, può essere lieve, di media entità o grave. Ci sono alcuni segnali però che ci indicano palesemente che la nostra percezione del suono non è più come prima, come ad esempio ascoltare la televisione e la radio ad un volume troppo forte rispetto al solito; chiedere spesso di ripetere una frase mentre si parla; fare fatica a comprendere il parlato in luoghi affollati; non comprendere la voce quando si parla al telefono e così via. A volte possono manifestarsi altri disturbi come i famosi ronzii, acufeni, si può avere una percezione di rimbombo della propria voce o vertigini. Quando si percepisce anche solo uno di questi sintomi, sarebbe opportuno effettuare una visita specialistica per comprendere a fondo l’entità del problema, le cause ed eventualmente trovare la soluzione migliore per porre rimedio. Qualora invece non si presentassero questi disturbi, ma con il passare dell’età, soprattutto dopo i 50 anni, si presentasse un eventuale e probabile calo dell’udito, è consigliato effettuare una visita l’anno di controllo.


Come avviene la visita?

La visita dell’udito viene effettuata presso l’otorinolaringoiatra, un medico specialista delle patologie che interessano naso, gola e orecchie attraverso un esame audiometrico del tutto indolore. Dopo una prima raccolta di dati relativi alla storia medica e allo stile di vita del paziente, si effettuerà questa visita molto veloce che serve a determinare la soglia di minima udibilità e a determinare se c’è un eventuale calo della percezione del suono. A questo esame è spesso associato quello impedenzometrico, sempre indolore, che prevede l’inserimento di una piccola sonda nell’orecchio per valutare l’elasticità del timpano e di tutti gli ossicini coinvolti nell’udito. Per completare la visita viene anche effettuato un esame vestibolare per studiare la funzionalità dell’equilibrio. Il nostro centro AudioClinic, presente con più sedi in Sardegna, mette a servizio dei suoi pazienti la sua esperienza per accompagnarli durante tutte le fasi coinvolte nella valutazione del proprio udito e offre numerose soluzioni attraverso apparecchi acustici di ultima generazione per riportarli ad un normale stile di vita. Per maggiori informazioni e per trovare la sede più vicina visitate il nostro sito oppure contattateci al numero 0789 50829 o inviando un’email all’indirizzo audioclinicot@gmail.com
Le nostre sedi sono:

Olbia: Via dei Pasti 6 07026 Olbia OT

Tempio Pausania: Via Settembrini, 6 c/o La Sanitaria Vannini

Arzachena: c/o Soluzioni 360°, Viale Costa Smeralda 28/C

La Maddalena: Via Maggior Leggero, 56.